LA REGATA DEL SARAWAK

La Regata del Sarawak

La Regata del Sarawak

Avete mai sentito parlare di un evento chiamato la Regata del Sarawak? Gli sport acquatici sono diventate attività popolari in diversi paesi del mondo ma, a differenza di tutti gli altri paesi, nella più grande delle province della Malesia, il Sarawak, ancora praticano questo evento sportivo acquatico in modo tradizionale.

La Regata del Sarawak è un evento importante con una storia molto interessante e con un particolare significato culturale. Ma c’è di più: la storia dietro la Regata del Sarawak è stata recentemente discussa dal Ministro del Turismo Datuk Amar Abang Zohari bin Tun Haji Abang Openg in un’intervista al giornale Borneo Post del Sarawak.

La storia ci dice che questo sport è stato introdotto in Malesia nel 1872 durante il regno di James Brooke, il primo Rajah bianco. Durante questo periodo storico, le tribù in guerra combattevano fino alla morte per il territorio, per l’orgoglio e per inimicizie storiche. Per deviare tale energia vigorosa lontano dalla violenza, le autorità coloniali crearono una gara di fiume tra le barche tradizionali, o barche lunghe. Il motivo principale alla base di questa gara fu quello di promuovere la pace e la passione, e per unire le tribù in guerra nel Borneo convincendoli a cessare le ostilità tribali.

Ci sono diverse altre storie altrettanto interessanti e anche incidenti accaduti lungo il fiume Sarawak divenuti iconici che eccitano gli storici, e che l’evento della Regata del Sarawak vuole mettere in mostra. Il più famoso è quando i cercatori d’oro cinesi Hakka attaccarono Kuching, e James Brooke fu costretto a fuggire a nuoto attraverso il fiume.

Il fiume Sarawak era la porta d’entrata di Kuching, un luogo per lo scambio di beni di prima necessità, per la comunicazione e per la protezione da potenziali nemici. A livello introspettivo, i 141 anni di gare tra partecipazioni locali da allora ha subito enormi trasformazioni, soprattutto nell’ambito del servizio. Oggigiorno, la gara è ampiamente aperta a partecipanti di paesi stranieri. Questo evento annuale di canottaggio si svolge nel mese di settembre; quest’anno il Sarawak è riuscito a donare un certo sapore internazionale all’evento grazie alle gare di dragon boat che hanno attirato partecipanti provenienti da Thailandia, Singapore, Indonesia e Brunei. Il programma prevedeva gare di barche Balok con 7 rematori, di imbarcazioni Bidar con 15 e 30 rematori uomini o misti, di barche Kenyalang, di barche Tambang e di disciplina Brooke Swim, legata appunto alla mitica traversata in fuga di James Brooke; abbastanza sorprendente il fatto che ad ognuna delle barche in gara era stato dato un nome proprio! Il vincitore della gara principale è nominato il Re del Riume – o Raja Sungai. La regata del 2013 è stata vinta dalla squadra Jang Keratung che si è aggiudicata il titolo di Raja Sungai, il Trofeo Tuan Yang Terutama Challenge, così come 10.000 Ringgit (2.500 euro) in premi.

Al giorno d’oggi, la Regatta del Sarawak è un evento sportivo molto atteso ed anticipato dal calendario del Ministero del Turismo, e si tiene annualmente. Il suo obiettivo non è solo quello di riunire la societa multirazziale del Sarawak, ma anche di incoraggiare il lavoro di squadra e la sportività.

Se vi trovate a Kuching, a parte questo tradizionale sport d’acqua potete visitare l’expo, scattare foto lungo la riva del fiume, provare le barche tradizionali che a pochi spiccioli ti portano dall’altra parte della città, e comprare tradizionali torte lapis multistrato tradizionali del Sarawak. Per l’ anno prossimo, pianificate il vostro viaggio in anticipo per tempo, fatelo coincidere con la regata, e create la vostra esperienza personale nel Sarawak.

Per saperne di più, cliccate www.sarawakregatta.com (in inglese)

Share This

About the author

Cato is a young woman from Sarawak, Malaysian Borneo. Cato gained a Bachelor Degree with honours in Social Science majoring in Communication Studies at the University Malaysia Sarawak - UNIMAS. After a long spell as a full-time reporter writing for TV and Radio news in Borneo and beyond, she is currently a Special Officer in the public relations field. She is also a regular and passionate contributor at Asian Itinerary. Cato is a dynamic woman with several interests and hobbies like travelling, listening to music, playing guitar, reading, kayaking and surfing the Internet. She is a young promise in the travel-writing world, and one of the main exponents of Asian Itinerary.

View all articles by Catohrinner Joyce Guri